Maestro di Cappella

 

DAVID DI PAOLI PAULOVICH, nato a Trieste (Italia), per parte paterna di antica famiglia istriana e per parte materna di antica famiglia toscana, dopo gli studi classici e la laurea in giurisprudenza, ha conseguito presso il Conservatorio Tartini di Trieste il Diploma di Composizione sotto la guida dei Maestri Luigi A. Gigante, Fabio Nieder e Marco Sofianopulo. Ha conseguito anche il Diploma di Musica Corale e Direzione di coro sotto la guida di A. Martinolli D’Arcy. All’attività compositiva affianca quella musicologica, di ricerca e di direzione corale. Si perfeziona in Composizione negli anni successivi con il M° Luigi Andrea Gigante, già docente al Santa Cecilia di Roma, direttore del Conservatorio Tartini di Trieste e allievo di Karl Orff e Pasquale La Rotella. Di Paoli si è poi anche perfezionato in direzione corale in laboratori internazionali con i docenti M. Sofianopulo e A. Martinolli. Ha seguito l’iter studiorum del corso accademico biennale di eccellenza Co.per.li.m. Corso di Perfezionamento Liturgico Musicale, organizzato dalla Conferenza Episcopale Italiana e dall’Ufficio Liturgico Nazionale tramite il Centro Interdisciplinare Lateranense e la  Pontificia Università Lateranense, conseguendo sempre con il massimo dei voti anche il diploma accademico lateranense. Quale compositore, ha al suo attivo una copiosa produzione, comprendente: musica vocale sacra (a cappella o con organo); musica vocale profana; musica strumentale (per pianoforte, per altri strumenti solisti, per diversi organici da camera, per strumento solista e orchestra); numerose trascrizioni. Già relatore presso la Fondazione Ugo e Olga Levi di Venezia, collabora prevalentemente con il Centro di Ricerche Storiche di Rovigno d'Istria (Croazia). Socio della Società degli Studi Fiumani di Roma e della Società di Studi Storici e Geografici di Pirano (Slovenia), e della Società Istriana di Archeologia e Storia Patria di Parenzo (Trieste) è iscritto alla Società Italiana degli Autori ed Editori (S.I.A.E.).  Collabora con la Società Dalmata di Storia Patria di Venezia. Ha avuto riconoscimenti nel campo compositivo e musicologico: vincitore nel 1998 del 1° premio ex aequo del 1° Concorso nazionale di composizione per chitarra classica bandito dal Conservatorio Niccolò Piccinni di Bari. Nel 2001 a Trieste, presso l’Unione degli Istriani, alla presenza del vescovo di Trieste mons. Eugenio Ravignani, gli è stato assegnato il Premio L.Parentin pèr il volume L'antico canto patriarchino di Umago nella vita liturgica. Canti liturgici di tradizione orale della giurisdizione ecclesiastica umaghese (Duomo di S.Pellegrino-Umago e Chiesa della Madonna della Neve-Matterada).   Nel 2012 è risultato vincitore del prestigioso V Concorso Internazionale di Composizione Anima Mundi, riservato a compositori professionisti, ottenendo la votazione unanime dai membri della qualificatissima commissione giudicatrice presieduta da Sir John Eliot Gardiner, tra cui il M° Guido Corti e Mons. Marco Frisina, maestro della Cappella Musicale in S. Giovanni in Laterano e il più accreditato compositore italiano di musica sacra. La composizione premiata, a quattro voci miste ed organo, “Victimae paschali” è stata scelta fra ben 32 composizioni provenienti da compositori di tutta Europa. E’ impegnato da oltre vent’anni nella ricerca sul canto patriarchino di tradizione orale delle diocesi del Friuli, Veneto, Istria, Quarnero e Dalmazia, registrandone le ultime testimonianze e provvedendo alla loro conservazione, realizzando il più grande archivio di canti liturgici di tradizione orale esistente relativamente alle testimonianze patriarchine di questi territori. E' studioso delle tematiche musicologiche-liturgiche dell’area adriatica orientale e del canto liturgico patriarchino-aquileiese di tradizione orale. Ha collaborato quale compositore con le edizioni Elledici di Torino e con quelle delle Pie Discepole del Divin Maestro di Roma. Già direttore dei cori polifonici della Parrocchia di S. Teresa del Bambin Gesù di Trieste dal 1994 al 1995 e della Chiesa parrocchiale e decanale dei SS.Ermacora e Fortunato di Trieste dal 2000 al settembre 2004. Dal 1993 dirige la Cappella corale di Sant'Apollinare dei Frati Cappuccini di Trieste e siede all'organo della Chiesa e dal 2011 prepara il Coro delle Comunità Istriane di Trieste.

E’ socio fondatore della Società Filarmonica della Cappella Corale dei Frati Cappuccini di Trieste e direttore organista della stessa Cappella. Per notizie sull’attività artistico - culturale: è possibile visitare il sito web attraverso questo link.